­

L’Europa torna con una sconfitta dalla trasferta veronese

Pulimac Verona – Basket Europa 60-48 (16-11/12-16/10-11/22-10)

Pulimac Verona: Bovo 12, Ziliani, Peruch 2, Fabbiain 9, Valbusa, Filippini 2, Soave 5, Rizzoli 4, Filipozzi, Brunelli 13, Petronio 13.

Europa: Bazzan, Ronconi 7, Basile 2, Klyuchnyk 12, Gaye 9, Gerards 13, Ventura 4, Bailoni 1, Tobaldi, Rossi, Broggio, Zuliani. Allenatore: Massai

Arbitri: Nati – Lavarda

Tiri liberi: Verona 26/32 – Europa 6/10

Tiri da tre: Verona 6 (Bovo 3, Soave 1, Brunelli 1, Petronio 1) – Europa 5 (Gerards 3, Ronconi 1, Gaye 1)

L’Europa è scesa a Verona per cercare di riprendere il cammino dopo due sconfitte consecutive. La partita si rivela molto fisica, i vichinghi biancoverdi si portano avanti nel primo quarto con un mini-parziale di 10-5 ma poi subiscono il ritorno dei padroni di casa che iniziano a forzare palle perse e a recuperare numerosi rimbalzi sotto le plance degli ospiti, approfittando di una non florida situazione falli dei lunghi dell’Europa (tutti e 4 i lunghi a quota 2 falli personali). Nel secondo quarto l’Europa rimane aggrappata alla partita e agli avversari e ,grazie anche ad un ottimo apporto di Gaye, riesce a ridurre lo scarto recuperando 6 punti e terminando a -1 alla sirena del primo tempo. La partita nel secondo tempo procede con percentuali e punteggio molto basso con le due squadre che lottano punto a punto fino a 5′ dalla fine (da rilevare l’apporto di Gerards per gli ospiti che segna 8 punti nel tempo). Negli ultimi cinque minuti però i padroni di casa piazzano il break decisivo, con l’Europa che perde tanti palloni e non riesce praticamente più a segnare (solo 4 punti negli ultimi 300 secondi). Finisce 60-48 per la Pulimac Verona; l’Europa Bolzano può recriminare per le 26 palle perse, i presupposti per migliorare ci sono e coach Massai dovrà lavorarci in palestra durante la settimana.