­

Niente da fare per la Promozione nel derby cittadino

G.S. EUROPA-PIANI 41-53 ( PARZIALI 1° quarto 8-18 2° quarto 7-6 3° quarto 11-14 4° quarto 15-15)

Basket Europa: Augusto 4, Baldessari, De Marco 3, Grosse, Kemenater, Kob 8, Lazzarin 12, Nardella 2, Roncoletta 1, Segarizzi 11. Coach: Pavani.

Bolzano 12/02/2014

L’Europa non riesce a ribaltare il risultato dell’andata ed incassa la seconda sconfitta consecutiva. La partita non è stata una dei migliori match che questo campionato poteva offrire; tanta tensione, poca precisione in attacco e gioco sempre ben ostacolato da difese onnipresenti, insomma, il classico derby. Unica differenza che i primi a riuscire ad imbeccare per primi la soluzione sono gli ospiti con Capon ed Ugolini che danno il primo strappo alla partita; due minuti dove la difesa dell’Europa cade troppo facilmente su errori di comunicazione sui blocchi che valgono il primo break di 7 pt. avversario. Che non fosse una delle migliori giornate già lo si era intuito dal prepartita dove Roncoletta al rientro dall’infortunio alla schiena ha un riacutizzarsi del fastidio che, oltre a non garantire più di 3 minuti di gioco, vede finire la sua stagione già a febbraio. L’assenza in regia si fa sentire, dove Nardella è l’unico a far da play (Kostner assente per motivi privati, Morelli fuori BZ per ancora qualche settimana e Bianchi in riabilitazione dalla frattura al malleolo subita proprio al derby d’andata) ed impiegherà almeno un quarto a far girare la squadra per il verso giusto. Il resto del match è un continuo tentativo di rientro mai portato al termine. La chance migliore arriva a metà dell’ultimo quarto quando sul -4 l’attacco dell’Europa compie un suicidio sportivo: dapprima perde palla in attacco garantendo un facile canestro agli avversari, poi sulla successiva rimessa in campo, la palla viene letteralmente consegnata nelle mani di un giocatore dei Piani che da sotto segna il +8. Da li parte il walzer dei falli sistematici ma Salvadori, Capon, Maron e Fierro non tremano allungando sul +10 poi chiuso dal superfluo canestro a pochi secondi dalla fine di Ugolini. Anche se vi è amarezza per due partite che potevano tranquillamente esser portate a casa, al momento i nostri sono pienamente sul passo del girone d’andata, che per esser mantenuto prevede la vittoria martedì prossimo in quel di Villazzano. Forza ragazzi!