Fisiolab Basket Europa – Cus Trento  63-50 (21-12 ; 9-9 ; 19-20 ; 13-8)

Fisiolab: Gaye 15 ; Busato ne ; Bazzan ; Ba ; Volpe ; Broggio ne ; Ciriaci ; Ronconi 6 ; Klyuchnyk 14 ; Moser ne ; Milone 20 ; Toniatti 7. Allenatore Capon A.

Cus: Rocco ; Pedrotti 8 ; Chenet 12 ; Berti 8 ; Piffer 7 ; Porfido 5 ; Muhlbach ; Ciotoli 10. Allenatore Elione

Tiri da 3 Fisiolab 8 ( 4 Milone ; Gaye 1 ; Ronconi 2 ; Toniatti 1 )

Tiri da 3 CUS 5 ( 2 Pedrotti ; 1 Berti ; 1 Piffer ; 1 Porfido)

Le finali playoff iniziano benissimo per i nostri ragazzi che segnano la prima importantissima tacca per la corsa al titolo. Prestazione corale , con grande attenzione alla difesa che tiene CUS ben lontano dalle medie stagionali con appena 50 punti segnati e con i maggiori protagonisti Pedrotti , Berti , Porfido ben lontani dagli score abituali.
Primo quarto tutto di marca Klyuchnyk che mette a segno 10 punti e si dimostra in questa fase vero dominatore del pitturato sia in difesa che in attaco. Molto bene anche Gaye e  Toniatti che rispettivamente mettono a segno 7 e 4 punti in un quarto dove non segnerà nessun’altro. Polveri bagnate per Ronconi e per Milone che nonostante una buona rotazione palla che li mette in condizione di prendere buoni tiri dal perimetro  non riescono a mettere punti a referto. Peccato perchè il lavoro prodotto in questo quarto avrebbe potuto far segnare un parziale molto + importante. Bene la difesa che impegna i veloci e forti esterni Trentini tenendoli però a debita distanza.
Nel secondo quarto coach Elione registra meglio la difesa ed il risultato è quello di vedere due squadre che si esaltano in difensivamente ma che fanno molta fatica in fase offensiva. I 9 punti a referto di ambo le squadre sono emblematici. Bene però per noi perchè ci teniamo il breack acquisito e chiudiamo il quarto però con i punti di Milone che finalmente si blocca con due liberi e una tripla. Importante in questa fase l’apporto di Bazzan che fà il palio a Klyuchnyk in termini di rimbalzi e difesa ,  gradevoli le  sportellate con Ciotoli vera spina nel fianco  per tutti e due i quarti sia in termini realizzativi sia per il contributo a rimbalzo.
Il terzo quarto si gioca per diversi minuti alla pari anche se CUS risulta maggiormente pericoloso e rosicchia punto su punto il breack bolzanino impattando addiritura il match sul 40 pari e sucessivamente portandosi addiritura in vangaggio di 2 con i liberi di Ciotoli. Non passa nemmeno un’azione e Milone impatta nuovamente il mach con due liberi a cui seguiranno altri 10 punti consecutivi che riportano a fine quarto il CUS nuovamente a debita distanza.
L’ultimo quarto le difese la fanno da padrona e per oltre metà quarto non si vedono canestri apparte gli iniziali due punti di Klyuchnyk con una imperiosa schiacciata e due punti di  Berti su rimbalzo offensivo. Cè da chiudere il match CUS a meno 7 è un pericoloso cliente e a 4 minti dalla fine ci pensa Gaye con due bunti a cui segue una importantissima tripla di Milone che ci porta sul + 12. Coach Elione chiama minuto per cercare di tamponare l’emoraggia ma al rientro vede lo svantaggio salire a +15 con una tripla allo scadere di Ronconi.  Nella sucessiva azione di contropiede Pedrotti cerca di ridurre il passivo piazzando anchesso una tripla  a cui segue ancora una tripla di Ronconi che chiude a meno di un minuto il match.
Match gradevole a tratti con le difese che