L’Europa non riesce più a vincere fra le mura amiche: sconfitta contro Conegliano

Basket Europa – Vigor Conegliano  52-75 (17-21/12-14/11-18/12-22)

Europa: Gaye 6 ; Ventura 2 ; Bailoni 3 ; Basile 15 ; Tobaldi 8 ; Gerards 2 ; Marchetto 0 ; Ronconi 7 ; Rossi 4 ; Klyuchnyk 5. Allenatore: Massai

Vigor Conegliano: De Giusti 5 ; Milan 0 ; Cescon 5 ; Mattiello 24 ; Mariani 2 ; Cinganotto 7 ; Guida 4 ; Perin 7 ; Gellera Malvolti 0 ; Bortolini 11 ; Terrin 8 ; Mutui 2. Allenatore: Sfriso

Arbitri: Azzali – Mirandola

Tiri da tre: Europa 3 (Tobaldi 2, Ronconi 1) – Vigor Conegliano 8 ( Mattiello 5, Cinganotto 1, Perin 1, Bortolini 1)

Continua la serie negativa casalinga dell’Europa Bolzano che non riesce a sconfiggere la Vigor Conegliano al PalaMazzali. Come contro la Virtus Lido Venezia nell’ultimo incontro giocato in casa, i biancoverdi non riescono a tenere il ritmo degli avversari per tutta la partita e perdono contatto dopo il riposo lungo. L’Europa insegue sin da inizio partita mentre il Conegliano, guidato da uno scatenato Mattiello (per lui saranno 24 punti alla fine e un incredibile 5/5 dall’arco), mette in mostra un buon basket e maschera qualche palla persa di troppo con percentuali al tiro altissime. Di contro, invece, l’Europa mostra qualche difficoltà a segnare con costanza, ma riesce comunque a mantenere un distacco accettabile. I padroni di casa provano anche a passare alla difesa a zona ma alla sirena di metà partita il tabellone recita -6. Nel terzo quarto il Vigor cambia marcia e piazza lo strappo decisivo alla partita, la seconda tripla di Tobaldi è solo un’illusione per i padroni di casa e gli ospiti continuano a segnare con costanza da qualsiasi parte del campo portandosi a +11. Nel quarto e ultimo tempo la musica non cambia, Conegliano continua a bombardare il canestro biancoverde e alla fine lo scarto sarà di 23 punti, anche se alcuni maturati nei minuti finali quando ormai entrambe le squadre avevano tirato i remi in barca e i due allenatori svuotato le panchine. Gli ospiti confermano la loro solidità e il secondo posto in classifica con questa vittoria, l’Europa invece, complice anche la condizione approssimativa di una delle sue “bocche di fuoco” Gaye, mostra una preoccupante difficoltà in attacco. Settimana prossima trasferta a Verona, avversario il Pulimac.

2018-06-01T19:12:47+02:00