Sconfitta nello scontro al vertice per l’U17

Merano 07.12.2014

Charly Merano – Basket Europa 75-46 (18-15/13-11/25-10/19-10)

Charly Merano: Reolon 22, Guidoboni 16, Brunoro 10, Lorenzi 10, Stefanovic 8, Tirello 6, Altomare 1, Beltrami 1, Ladurner 1, Bellini, Berrera, Cominelli.

Europa: Boldrin 19, De Castro 11, Giuliani 11, Meneghini 5, Wagner, Andreano, Marciano, Mancini, Galise, Perchinelli. Allenatore: Voto.

Arbitri: Bottonelli/Schwienbacher

Tiri da 3: Charly 10 (Reolon 4, Guidoboni 3, Brunoro 2, Stefanovic 1) – Europa 1 (Boldrin 1)

Domenica 7 dicembre, ore 19, palestra Segantini, Merano. Ad attendere i biancoverdi ci sono i ragazzi del Charly, primi in classifica. Si tratta quindi dello scontro al vertice per il girone nord del campionato. Si prospetta una partita equilibrata quindi, come all’andata, quando i Meranesi hanno chiuso con un vantaggio di 17 punti, che però fino a 5 minuti dalla fine non erano più di 6. I primi due quarti sono infatti all’insegna dell’equilibrio, con ottima partenza degli ospiti che si trovano in vantaggio 7-4 nei primi 3 minuti di gara e costringono al time-out coach Guidoboni. Da qui in poi il Charly riesce a trovare la via del canestro e prende in mano la gara. Coach Voto tiene però sempre alta l’attenzione dei suoi, riuscendo ad evitare i contropiedi dei padroni di casa e mantenendo lo scarto sempre inferiore ai 7 punti. All’intervallo lungo infatti il punteggio è di 31-26 in favore dei ragazzi in maglia arancio. Scarto che è frutto di qualche disattenzione dei bolzanini, ma che sembra ricucibile mantenendo la concentrazione e commettendo qualche ingenuità in meno. Si rientra in campo con l’intento di rimontare in fretta quei punti e provare a prenderne anche qualcuno di vantaggio. Il risultato è l’opposto: i ‘canguri’ alzano l’intensità della difesa, rubano palloni, corrono in contropiede, si esaltano e quando prendono fiducia il canestro dei loro avversari sembra allargarsi prendendo la forma di una vasca da bagno. 25-10 il parziale del terzo periodo e 19-10 quello del quarto, con i bolzanini che fanno sempre più fatica a trovare la via del canestro, sbagliando spesso anche le poche soluzioni semplici che talvolta riescono a costruire. Aspetti da notare: pochi punti segnati, con soli 4 giocatori a referto, 10 triple subite, di cui 7 dagli angoli a punire le disattenzioni dei difensori di una zona 3-2 che ha proprio come punto debole gli angoli del campo. Da una sconfitta così si può solo lavorare per migliorarsi e non commettere più tanti piccoli errori che possono costare caro, con la consapevolezza che si può fare molto meglio e che per questa parte di campionato è fondamentale mantenere per lo meno il secondo posto in classifica. Qui il commento del coch bolzanino Andrea Voto diretto ai suoi giocatori: “Per notizia ci hanno messo 10 bombe… Devo rivedere la difesa sul lato debole. Io lavorerò anche su questo aspetto, voi mantenete alta la convinzione in voi stessi e cerchiamo di migliorare insieme durante gli allenamenti. Obbiettivo final four, e lì voglio vedere i leoni in campo che conosco!”.

2014-12-12T14:19:59+02:00