­

09.12.2013 Vittoria a Cavalese per la Promozione!

Val di Fiemme-Basket Europa 48-61 (10-12; 20-28 ; 36-47)

Europa : Augusto 0, Baldessari 10, Gigli 6, Grosse 4, Kob 11, Kostner 7, Lazzarin 10, Morelli 1, Nardella 9, Roncoletta 3 . Coach: Pavani

Quinta partita stagionale, equivalente alla sesta giornata d’andata (ndr, i nostri hanno già “riposato”) e primo successo in trasferta. Partita incominciata in sordina da ambedue le formazioni che impiegano qualche minuto a rompere il ghiaccio, complice un po’ il clima della palestra ed un po’ la zona 2-3 degli ospiti che caratterizzerà 39 minuti della loro partita. Per avere il primo tentativo di fuga di una delle squadre bisogna aspettare la metà del secondo quarto quando Kob e Baldessari dominano sotto le plance regalando preziosi extrapossessi e con Gigli che mette un personale 6-0 con cui i nostri strappano sul +8 che sarà mantenuto fino a metà partita. Il terzo quarto riparte con due minuti di torpore dei bolzanini e con i fiammazzi che ne approfittano aggredendo con Castillio che riporta i suoi fino al -2. Time out ospite, e dopo un paio di delucidazioni dalla panchina, la musica cambia nuovamente ed i nostri riallungano con Nardella, Lazzarin ed il solito Kob portandosi su un +11 che da maggiore sicurezza. Nel quarto finale rientrano i tre senatori che guidati da Morelli e Kostner gestiscono il press avversario e traghettano la squadra fino al +13 finale. Convincente prestazione dei nostri, che giocano a “schacchi” per 39 minuti contro la zona 2-3 di casa e consolidano la quarta posizione. Buono il rientro dagli infortuni di Roncoletta (anche se un po’ innervosito) e di Nardella che guida bene la squadra, segna con continuità e difende bene il play avversario. Prossima partita fra qualche giorno (giovedì) a Gardolo per forse la partita più difficile del calendario dove oltre alle assenze dei “lungo-degenti” Bianchi e Saffioti si aggiungono Segarizzi, Augusto, Baldessari, Gigli e Morelli ma per fortuna, oltre al rientro dopo la squalifica di Kemenater, si può contare sulla lunghissima rotazione del roster bianco/verde/nero.